Febbraio 2024

Zambia - Sosteniamo gli aiuti per epidemia di colera

Sosteniamo Cristina Fazzi, medico, dal 2000 vive in Zambia, dove ha fondato la Ong Twafwane association. Gestisce progetti umanitari socio-sanitari, e  ci ha mandato questo messaggio...
"...Una di quelle che io chiamo le “nostre epidemie” che colpisce soprattutto la povera gente, che cerca di sopravvivere nell'indifferenza di tanti..."
 

Febbraio 2024

Marocco - Donazione per terremoto

Abbiamo effettuato il primo versamento in Marocco per la costruzione dell'Acquedotto del villaggio di Ikkiss dopo il terribile terremoto dell'autunno scorso. Il progetto della "Compagnia dei Cammini" ha raccolto attraverso Elfoavventure oltre a €8000. Di questi 5300 euro ora versati  serviranno per l'acquedotto.

Gennaio 2024

Malawi - Comprato 8 letti per bimbi di strada

In Malawi abbiamo finanziato la costruzione di otto letti per la Casa di Accoglienza dei bimbi di strada abbandonati,
Gli amici di "Associazione Orizzonti", che siamo andati a conoscere lo scorso anno,  operano in Malawi da moltissimi anni.
Nella foto i falegnami che stanno costruendo le reti.

Adozioni

Shalod Chandra CERCA AIUTO

Chandra è nata il 23 ottobre 1996

Shalod è una ragazza doppiamente orfana. I suoi genitori morirono quando lei aveva 2 anni....

Busseko Muansa

Busseko è nata il 5 ottobre 2011...

Margaret Musson

Margaret Musson è nata 17/07/3013

Quando aveva un anno e mezzo la mamma trasportando acqua bollente gliela rovesciata addosso senza volere ed è rimasta paralizzata alle gambe....

Emiledheea

Emiledheea (cognome sconosciuto) è nata presumibilmente nel 2009.

La mamma ha la portava in braccio mentre chiedeva l'elemosina  In occasione della visita il Presidente per questa ragione è stata notata dai servizi e sociali e che l'hanno portata dalle suore....

Progetti in atto

Epidemia di Colera

Con i ricavati del progetto TeatrAmo sosteniamo Cristina Fazzi. La Dott.ssa Fazzi opera in Zambia dal 2000, e ci ha informati dell' epidemia.

 

"Colera. 
Una di quelle che io chiamo le “nostre epidemie”, perché non coinvolgono cittadini di paesi occidentali e quindi sono “fatti nostri”. 
Un'epidemia che in Zambia ha già registrato 13686 casi e oltre 500 decessi. Numeri ancora più grandi se si considera che la popolazione dello Zambia è di soli diciannove milioni di abitanti. Ma chi ne parla? Nessuno, mi sembra. Sono appena rientrata dall'Italia e, a parte un articolo su “Il Messaggero” di qualche giorno fa e alcune riviste che si occupano specificamente di Africa e missioni, del colera in Zambia neanche una parola. Non una parola nei principali TG nazionali.  Non un minuto fra le tante parole dei vari talk show. 
Il colera colpisce soprattutto la povera gente, la gente delle periferie urbane, la gente che affolla le baraccopoli e che cerca di sopravvivere nell'indifferenza di tanti. E nella stessa indifferenza muore.
Siamo anche in piena stagione delle piogge. La pioggia travolge tutto e mescola le acque delle fognature a cielo aperto con quelle destinate all'uso domestico, favorendo la diffusione dell'epidemia. E il colera avanza: ben 400 nuovi casi al giorno, riportava ieri l'UNICEF. Grazie all' Organizzazione Mondiale della Sanità e ad altre organizzazioni internazionali stanno arrivando circa due milioni di dosi di vaccino,  che  purtroppo, però, non potranno coprire le esigenze dell'intero Paese e giustamente verranno destinate alle zone più a rischio e ai soggetti fragili. 
Il nostro personale sanitario, instancabile e preparato per ogni emergenza,  sta lavorando senza sosta nei centri destinati all'accoglienza degli ammalati ma non ne parla nessuno, così come dei nostri morti. Ma i nostri morti non disturbano l'economia delle grandi potenze del mondo. I nostri morti non fanno rumore e se ne vanno nel silenzio, senza disturbare, senza riempire le pagine di telegiornali e quotidiani. 
Vedo piangere le mamme e le loro lacrime sono identiche a quelle di ogni mamma che perde un figlio in un qualunque paese occidentale. Eppure il loro dolore non fa notizia.
Ciò che vedo è molto triste. 
Ciò che vedo non è giusto."

Vai alla pagina Progetti in atto

Sostienici

Quaderno

Progetti in atto

  • Epidemia di Colera

    Con i ricavati del progetto TeatrAmo sosteniamo Cristina Fazzi. La Dott.ssa Fazzi opera in Zambia dal 2000, e ci ha informati dell' epidemia.

     

    "Colera. ...

  • Associazione Orizzonte Malawi

    Sosteniamo l' Associazione Orizzonte Malawi che si occupa di aiutare i bambini di strada abbandonati....

  • Compagnia dei Cammini - Terremoto Marocco

    Aiutiamo l'associazione Compagnia dei Cammini a potrare l'acqua al villaggio Ikkiss in Marocco.

    Gli amici di Ikkiss si trovano ora in grave difficoltà perché a causa del terremoto una delle due sorgenti che approvvigionavano il paese è scomparsa e l’altra ha ridotto di molto la sua portata....

Calendario

  • Marzo - Aprile 2024
    TeatrAMO 2024

    Riapre la rassegna Teatrale del Territorio e Solidarietà al Teatro Troisi di Nonantola (MO)...

  • Sabato 9 Marzo - TeatrAMO 2024
    COPPIA APERTA QUASI SPALANCATA

    Sabato 9 Marzo - TeatrAMO 2024

    Compagnia I SENZA FISSA DIMORA di Busto Arsizio (VA)...

  • Sabato 23 Marzo - TeatrAMO 2024
    BLACK COMEDY

    Sabato 23 Marzo - TeatrAMO 2024

    Compagnia IL POGGIO di S.Giovanni in Persiceto (BO)...

  • Sabato 6 Aprile - TeatrAMO 2024
    TUTTA COLPA DEL CIOCCOLATO

    Sabato 6 Aprile - TeatrAMO 2024

    Compagnia ALLEGRA COMPAGNIA di Nonantola (MO)...

In bacheca